Home Page | News | Articolo

Il 2011 sarà l’anno europeo del volontariato

Più di 100 milioni di europei di tutte le età, convinzioni e nazionalità sono impegnati in attività di volontariato e, secondo alcune stime, tale settore rappresenta il 5% del PIL delle economie nazionali dell'UE; 3 europei su 10 affermano di essere impegnati come volontari e che quasi l'80% degli intervistati considerano tali attività un settore importante della vita democratica in Europa per queste motivazioni il Parlamento Europeo ha chiesto ed ottenuto di proclamare il 2011 "Anno europeo del volontariato". Tra gli obiettivi dell'Anno europeo da perseguire attraverso lo scambio di esperienze e di buone pratiche: creare condizioni favorevoli per il volontariato, rimuovendo gli ostacoli esistenti; fornire alle organizzazioni strumenti per migliorare la qualità, l'innovazione e il lavoro di rete; promuovere forme di incentivazione a favore delle entità che formano e sostengono il volontariato a livello europeo e negli stati membri; suscitare una presa di coscienza collettiva dell'importanza del volontariato. Il Governo italiano nominerà l'organismo nazionale di coordinamento (ONC) che gestirà la preparazione e il piano d'azione del 2011. In preparazione all'Anno europeo, punto di riferimento della società civile sarà il sito www.eyv2011.eu. Inoltre aggiornamenti ed informazioni utili sono disponibili sul sito http://www.destinazioneeuropa.eu/


Torna indietro